ECLT - Università di Pavia

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
Biotecnologie, scienze cognitive, nanotecnologie, tecnologie dell’Informazione e Comunicazione (ICT), robotica, sono i campi principali nei quali l’interazione tra diversi saperi scientifici e tecnologie sta producendo un’accelerazione di dimensioni storiche, alla quale il mondo del diritto non è e non può essere estraneo.

Di questo si occupa il Centro di ricerca European Centre for Law, Science and New Technologies (ECLT) dell’Università degli Studi di Pavia, nato nel 2004 dalla collaborazione di accademici scienziati e giuristi, come sviluppo dell’attività avviata negli anni precedenti da Amedeo Santosuosso e Carlo Alberto Redi, in collaborazione con Andrea Belvedere, Sergio Seminara e Silvia Garagna (attuale Presidente). Nel 2015 il Centro ECLT ha stretto un rapporto di integrazione e collaborazione con il Centre for Health Technologies (CHT) presso l’università di Pavia, di cui costituisce il pilastro etico giuridico.
 
Negli anni più recenti l’attività nel campo della robotica e dell’innovazione tecnologica nel campo giuridico hanno assunto una posizione sempre più importante, in aggiunta ai campi di interazione tra diritto e genetica, neuroscienze ed altri settori scientifico-tecnologici.
Il Centro rimane a tutt’oggi una realtà che si segnala per la sua proiezione internazionale e per il carattere innovativo delle questioni affrontate e della sua formula, che, coinvolgendo dipartimenti giuridici e scientifici, realizza un’effettiva interdisciplinarietà.

Direttore Scientifico: Amedeo Santosuosso
Presidente: Carlo Alberto Redi (2004-2006); Silvia Garagna (2006-...)

Torna ai contenuti | Torna al menu